Frankenstiin, non Frankenstein

Poche cose mi fanno ridere fino alle lacrime come Frankenstein Jr., uno dei capolavori comici di Mel Brooks (1974), Locandina per di questa settimana.

Il film rientra nelle parodie di genere, per le quali Brooks è giustamente famoso. Quì viene bersagliato il filone horror, ispirandosi in particolare al classico Frankenstein di Jimmy Whale, ma seminando in giro riferimenti ai luoghi comuni (più o meno nobili) che caratterizzano un po’ tutti i film “de paura”.

FrankensteinjuniorIl dott. Frankenstein (“Frankenstiin, si pronuncia Frankenstiin”) è uno stimato scienziato americano, con un nonno ingombrante (“quel” Frankenstein), sepolto chissà dove in Transilvania (la terra di Dracula, che non c’entra nulla con Frankenstein, ma tutto fa brodo). Non crede nell’oltretomba, nel contatto tra vivi e morti…crede nella scienza e ritiene il suo augusto nonno solo “un famoso coglione”.

Eppure, il passato lo chiama, si recherà in Transilvania e il sangue dei Frankenstein avrà il sopravvento..

Il film, diciamolo subito, è strepitoso, una vera miniera inesauribile, di gag, citazioni, trovate di un Mel Brooks al suo apice. Vorrei fare un elenco, ma cosa scegliere? la gobba che si sposta? (“quale gobba?”), l’addio alla stazione? (“taffetà caro, taffetà, cara”), la candela? frau Blucher? (hiiiii)…per non parlare dello spassosissimo cameo del grande Gene Hackman.

Insomma, vedetevelo, non lo dimenticherete facilmente…

Marckuck

PS. Di seguito il link ad un sito italiano di amanti di “Frankenstein Jr.” http://www.frankensteinjunior.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Locandine. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Frankenstiin, non Frankenstein

  1. Gandalf ha detto:

    mitico…
    una genialata…
    da rivedere almeno una volta all’anno…

  2. gaila54 ha detto:

    Strepitoso!!!
    Buonanotte. ;-)))

  3. Gandalf ha detto:

    “Werewolf.”
    “THERE wolf. And THERE castle”

    purtroppo malamente tradotto in italiano in

    “Lupo ulula.”
    “Lupo ululá. Castello ululí”.

  4. Gio ha detto:

    E’ un film di altri tempi!
    Mel Brooks ci ha riprovato anni dopo con Robinhood un uomo in calzamaglia, ma non è riuscito a eguagliarsi. Del resto la gag della gobba è imbattibile..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...