Vicenza

Tutti gli sguardi sono diretti oggi verso l’opulenta, pacifica e noiosetta Vicenza. Il tema lo sappiamo, l’Imperatore ha deciso di ampliare la propria presenza militare in quella città e il nostro principato tributario ha accettato, perchè non poteva non accettare.

Il governo nazionale, nella sua infinita pavidità, ha derubricato la vicenda vicentina a "faccenda locale", cercando di spendere l’allargamento della base su altri tavoli, quali la nostra presenza in Afghanistan (5 anni, più dell’intera I Guerra Mondiale, a fare cosa non si sa).

E nessuno tra i nostri Grandi Politici, Illustri Intellettuali e Amici Americani che si ponga la domanda più elementare, semplice e intuitiva. Quella di Vicenza è una base della Nato, vale a dire di una coalizione militare sorta negli anni ’40 per fronteggiare in Europa il rischio di una invasione comunista proveniente dall’Urss.

E la domanda è: a che ci serve oggi la Nato? Perchè ne facciamo parte? quali benefici riceviamo? da quali forze armate ostili di sta proteggendo?

Io non lo so.

Marckuck

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Popoli e politiche. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Vicenza

  1. Rapida ha detto:

    Tu non lo sai ed io lo ignoro.

  2. peppe ha detto:

    Si vis pacem para bellum

  3. Dony ha detto:

    Si vuole trasformare la NATO in alleanza antiterroristica internazionale con obiettivo paesi islamci non moderati e la penisoletta al centro del Mediterraneo è un bocconcino ghiotto per far spiccare il volo agli uccellini che scaricano bombe a grappolo, uranio arricchito e altre porcherie non convenzionali che fanno solo poche decine di migliaia di morti come effetti collaterali.
    E se poi tranciano una funivia con un gruppetto di turisti o ammazzano chi scorta un ostaggio appena liberato non ci devono neppure l’estradizione dei colpevoli. L’imperatore ha sempre ragione. Ho la febbre altrimenti sarei a Vicenza e… sono un tipo molto moderato.

  4. Marte ha detto:

    Io oggi a Vicenza sarei andata perchè al mio balcone sventola la bandiera della pace.
    Un motivo semplicistico da enunciare, un pò meno da attuare.
    Più semplice ancora pare far colare cemanto e ingrandire una base militare.

  5. Giulia ha detto:

    E come volevasi dimostrare non è successo nulla di brutto e tanto di bello in questa manifestazione. Non riusciranno a demonizzare questo movimento.

  6. lavinia ha detto:

    Vorrei saperlo anch’io

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...