La Cgil e il precariato

Su “Il Messaggero Veneto” di oggi, pagina degli annunci economici nella provincia di Udine:

Caaf-Cgil seleziona personale preferibilmente conoscenza fiscale 730 ICI offre, previo corso di formazione, impiego a termine zona Carnia, Alto Friuli, Udinese, Bassa Friulana, telefonare per appuntamento 0432-4989xxx

Se anche la Cgil per impieghi di natura qualificata assume con contratto precario, che cosa possiamo attenderci dal sindacato, se non un po’ di demagogia a “Ballarò” o “Anno Zero”?

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in cronache dall'Andazzo. Contrassegna il permalink.

5 risposte a La Cgil e il precariato

  1. Mat ha detto:

    Già. Che tristezza. Anche se quello che m’intristisce di più è il fatto che noi italiani siamo troppo cinici & disincantati per protestare & fare casino come si dovrebbe.

  2. Fabioletterario ha detto:

    E tu, a che sindacato sei iscritto?

  3. marina ha detto:

    Il mio commento è questo: non ho commenti.
    La realtà è spesso incommentabile.
    Io ero iscritta alla CGIL.

    ciao marina

  4. Marte ha detto:

    Io personalmente dal sindacato non mi aspetto molto.
    L’ultima volta che sono stata mi hanno detto che non è giusto che i permessi per visita medica mi vengano scalati dal monte ore personale.
    Non è giusto ma non posso farci niente, anzi, è melio non fare niente.
    Perchè:
    a) non mi conviene economicamente
    b) non mi conviene personalmente
    c) non mi conviene praticamente, perchè con la vertenza il riaccredito mi verrà fatto si e no tra un anno.

    Esiste una fantomatica commissione, creata apprositamente per conciliare le situazioni di questo tipo che si vengono a creare tra le agenzie interinali e i propri lavoratori , ma le agenzie di lavoro interinale non hanno l’obbligo di presentarsi, quindi di fatto non serve a nulla.
    I sindacati dal canto loro dicono che ci sono questioni più urgenti di rispetto a queste “inesattezze retributive”, per esempio: i morti sul lavoro.

    Giustissimo, per carità, ci sono fatti ben più gravi.
    Ma se tu, sindacato, mi insegni ad abbassare la testa e a cedere su diritti di “poco conto” come pensi di tutelarmi nelle questioni più gravi?
    Con l’atteggiamento del lasciar correre diventeremo semplicemente più inclini ad accettare qualunque cosa.

  5. Fab Dibe ha detto:

    sindacati italiani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...