La libreria da dimenticare

Ieri sera ascoltavo al telefono Nalisa che faceva la chioccia con Fabiusso…parlavano di libri, con tono saccente, citando autori che solo loro conoscono e forse hanno inventato di sana pianta.

Fino a quando è arrivata – luminosa – la frase della serata. Frase di Nalisa: “io non ho nessun libro bello nella mia libreria, perchè i libri belli tendo a regalarli agli amici e quindi nella libreria restano solo quelli brutti”.

Ho trovato intelligente e liberatorio tutto questo. Una libreria “rifugio peccatorum” di libri brutti, abbandonati a metà, letti di malavoglia. Da dimenticare. O da regalare a chi ci sta sulle scatole… Vorrei dare una mano a Nalisa, indicarle nuovi titoli da inserire nella sua libreria del Tempo Sprecato, ma non mi viene in mente nulla… Forse perchè i libri brutti li interrompo immediatamente e li dimentico all’istante. Tranne uno, che ho letto in treno perchè non avevo scampo (viaggio lungo e null’altro con me): Alessandro Baricco, Seta.

Come avrebbe detto mia nonna, un autentico “pane perso”.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Arte e cultura, Saccenterie e trombonerie e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a La libreria da dimenticare

  1. pipuffa ha detto:

    pure io abbandono i libri che non mi piacciono… ce ne sono talmente tanti da leggere e così poco tempo che non mi va di sprecarlo

  2. Mat ha detto:

    Ci sono anche i brutti dischi, e soprattutto i brutti film… ma sono finito fuori tema. Ciao!

  3. GIUSEPPE ha detto:

    Ciao Marco.
    Ho scritto un pezzetto e m’è sparito.Lo ripeto brevemente.

    Spero non dover dimenticare anch’io la mia bella libreria.Stiamo aspettando per la serata l’ora critica.
    La mia nuova casa è a rischio poichè insiste nel
    comprensorio del litorale romano tra Ostia antica e Pontegaleria nei pressi delle golene del Tevere ove questo rischia di tracimare.
    Tranquillo però al piano di sopra ne ho altre due di
    librerie.Scherzo ma ci ho la strizza al culo.
    Graditi sono scongiuri od orazioni.(vedi l’uomo quant’è vile? Al bisogno diventa leccasanti e baciapile.)
    Scherzi a parte , me sto a grattà le palle eseguendo
    rituali scongiuratòri e recitando giaculatorie nonché esercitando pratiche apotropaiche in un arcaico
    dialetto piceno.(nonna Peppina…)
    Ciao G/p

  4. lois lane ha detto:

    l’eleganza del riccio, tempo perso, soldi buttati. per me davvero un libro terribile, tra i peggiori letti, peggio di seta, di gran lunga peggio.

  5. Bianca 2007 ha detto:

    IMMAGINO
    il prof Fabiuccio a narrar di buono e di cattivo senza nulla gettar se non per sicuro istinto,(che gli istintivi se capisco sempre nespà?…).Da poco ho finito di leggere “Il sogno infinito” di Harry Bernstein.Bello e certamente non noioso nella sua spontaneità piacevole sincera delicata anche se di forti tinte.Ciao,Bianca 2007

  6. GIUSEPPE ha detto:

    Ma sapete ,i libri si scelgono.Consigliarli ,oddio…
    Anche regalarli…uhm…
    Che non si prestano è un luogo troppo comune.
    Che se lo si fa non tornano indietro lo sappiamo
    tutti.
    Però che io mi stia leggendo” Il Tallone di Ferro” si
    può dire. E’ di Jack London e non l’avevo mai
    letto e non si trovava più.Se lo lesse pure Mussolini
    “e pare influisse non poco sulla sua formazione,tanto
    che egli non lo dimenticò quando fu al potere,
    vietandone la ristampa e la diffusione”.Tanto leggesi in prefazione.
    Ciao Marks… la solita solfa èh?
    G/p

    P.S.
    Scampata l’esondazione del Tevere a Roma:molti libri
    sono salvi.

  7. Vita ha detto:

    A dire il vero, a me “Seta” è piaciuto. Il libro di Baricco che mi è piaciuto di più. Si legge in un soffio ed ha, appunto, in se stesso, la leggerezza della seta stessa.
    Rileggilo da capo, chissà…:-)
    Ciao, Marckuck!

  8. Vita ha detto:

    PS: perdona il commento sgrammaticato, scritto di getto e non riletto, in un momento in cui sono piuttosto legnosa…

  9. LaVale ha detto:

    proprio in questi giorni ho abbandonato un libro a meno della metà dall’inizio … e in questo caso penso che non verrà nemmeno lasciato a riposare in libreria.. peccato, perchè il profumo di nuovo mi da, già solo, un grande stimolo

  10. marckuck ha detto:

    @ pipuffa, ma come si fa a saperlo prima, se un libro vale o meno?
    @ mat, per non parlare di certe brutte cravatte
    @ Gius/peppe, tutto ok?
    @ Lois, addirittura?
    @ Bianca, certo nel tuo blog non c’è invece il rischio della cattiva musica
    @ Ci proverò, Vita…se trovo il pertugio dove l’ho imboscato
    @ certi libri è meglio lasciarli profumare tranquilli…

  11. lois lane ha detto:

    si.addirittura, il mio comunque è un parere personale, ho amici che l’ahhano adorato, io semplicemente DETESTATO

  12. capinera ha detto:

    Io, invece , i libri certamente belli li tengo per me, e poi possibilmente li regalo nella certezza di non fare figuracce con chi li riceve. Se c’è una cosa che non sopporto è che qualcuno pensi di me :”Che razza di schfezza mi ha fatto leggere!”:
    Cerco sempre di capire il gusto e l’umore del destinatario di quell’evenuale regalo.
    Concordo con te, Marco, riguardo a “Seta” ma anche altri libri di Baricco non sono granchè. Vuoi mettere l’eleganza di un Michael Cunningham o altri veri piuttosto che scrittori “de’ No’antri ” …

  13. verypipuffa ha detto:

    Marckuck: secondo me non si può sapere se un libro vale o meno prima di leggerlo. Si possono ascoltare tutti i consigli del mondo, ma poi ognuno può e deve farsi la propria opinione. o no? Io sostengo anche l’idea che un libro abbandonato in un certo momento della propria vita si possa riprendere in mano in un altro momento e trarne assai, ma questo è un altro discorso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...