Spaventi di cartapesta

Una delle positive novità del passaggio a WordPress è la possibilità di poter riprendere l’antica consuetudine delle “Locandine”, o almeno spero…

E visto che oggi è Santa Lucia, ricordo un film che ho visto quando ero bambino: “La Terra dimenticata dal Tempo“, un polpettone parafantascientifico del 1975, di registi ignoti e attori ancor più ignoti, almeno per me, comunque basato su un racconto di Burroghs, il papà di Tarzan

La trama è semplice, efficace e totalmente implausibile: durante la I Guerra Mondiale uno dei micidiali U-Boot (primi sottomarini, tristemente famosi per la tattica “branco di lupi” che tanto naviglio alleato e neutrale ha mandato a picco) finisce – solo Dio sa come e perchè – in un angolo di Mondo rimasto miracolosamente intatto.

In questo angolo di Mondo – per la precisione un’isola di nome Caprona – i soli abitanti sono tribù di uomini preistorici e dinosauri scampati per qualche ragione all’era delle glaciazioni. Il film è risibile, ma i mostri di cartapesta che correvano dietro ai poveri naufraghi hanno riempito la mia fantasia di bambino assetato di cose nuove.

E alla Santa Lucia successiva, mi vennero regalati degli splendidi dinosauri in gesso (o qualche materiale simile) e due scheletri da costruire con i tasselli di legno… E Tirannosauro, Triceratopo (il mio preferito, non so perchè ho sempre pensato fosse buono), Brontosauro (perennemente scocciato), Stegosauro e chissà che altro divennero per un po’ il mio argomento preferito.

Insomma, anche da un filmastro pieno di chiasso, situazioni improponibili e urli in cartapesta può venirne fuori qualcosa di buono… ad esempio un po’ di cultura personale per un bambino di 8 anni e un post quasidecente per un autore di 40, un po’ a corto di idee…

Marckuck

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cinema, Locandine e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Spaventi di cartapesta

  1. medonzo ha detto:

    Buonasera Marckuck;
    non imbrogliare. Non sono le ideee. E’ la voglia che ti manca…

  2. marckuck ha detto:

    Può darsi, caro Medonzo… ma siamo al post 1161 mi pare, quindi un calo può essere fisiologico!

  3. Mog ha detto:

    He he. Io invece ricordo una versione cinematografica di “Viaggio al centro della terra” degli anni ’60, vista in televisione nei tardi anni ’70, che mi colpì moltissimo. Quei mostri improbabili di cartapesta (che facevano tenerezza già allora) erano esilaranti, ma mi fecero leggere il libro.

  4. annalisa ha detto:

    Il brontosauro cugino di brontolo?
    che scoop

  5. fabioletterario ha detto:

    Mah… Che brontolone…!

  6. El Eternauta ha detto:

    I mostri di cartapesta, quanti ricordi! E pensare che da bambino mi facevano tanta paura.
    Ricordo un film ambientato su di un’isola dove degli uomini erano tenuti in schiavitù e da quest’isola era impossibilesfuggire, una specie di astice gigante faceva buona guardia e si mangiava i malcapitati che tentavano di fuggire!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...