Living in America

pizza2Due sere fa non avevo voglia/tempo per spadellare. Quindi, memore di una pubblicità trovata nella cassetta delle lettere un paio di giorni prima ho richiesto la pizza a domicilio, prima volta in tutta la mia vita…

Che emozione, proprio come nei film…E’ arrivato il “pizza boy” in motorino, magrolino, arruffato e con l’apparecchio ai denti, mi ha mollato il cartonone con dentro la margherita fumante e quindi è iniziata la cena: pizza nel cartone, cocacola e rugby in televisione.

Mi sembrava tanto di essere negli States…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose di giornata, Sbacellando e menarrostando e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a Living in America

  1. rosasospirosa ha detto:

    Ogni tanto fa bene rilassarsi e…concedersi di essere altrove, non importa dove, purchè più comodo in quel momento.

  2. annalisa ha detto:

    epppoi il cibo preparato da altri (seppur mercenari) e’ piu’ buono

  3. medonzo ha detto:

    Buongiorno Marckuck;
    e come ti ci trovavi?

  4. marckuck ha detto:

    Sto meglio qua, Medonzo caro

  5. Pfd'ac ha detto:

    Marckuck, sembra di leggere il diario di un montanaro dell’Uzbekistan che negli ultimi trent’anni ha fatto voto di solitudine. Hai davvero aspettato il 2009 per mangiare la prima pizza a domicilio?
    Suggerisco altre attività di origine usa da sbrigare con parsimonia nei prossimi decenni: il brunch, una serata al bowling e quando sarai pronto lo speed-dating.

  6. cinzia ha detto:

    Più che gli States mi sembra la serata – tipo di uno studente fuorisede o del maschio-medio-italiano orfano per una sera di chi cucina per lui!

  7. annalisa ha detto:

    marco allo speed date 🙂 (ha ha ha)

    voglio esserci…….
    e voglio specialmente leggere gli appunti che si prendono……

  8. Vita ha detto:

    Anch’io anch’io…l’altra sera, per la precisione!
    Una pizza favolosa…:-) ma senza cocacola, nel cartone e davanti al pc…che schifosa!:-)))

  9. zauberei ha detto:

    Oh Marckuck anche io la voglio fare questa faccenda della pizza a domicilio! Anche per me avrebbe un senso di potente ammericanitudo!
    Il prossimo firm dei marines che danno la chiamo la pizza a domicilio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...