Tatto

grattata1 Tutta questa vicenda è privata.

Dolorosamente privata.

E va trattata da tutti con assoluto rispetto, sobrietà e discrezione.

C’è il dolore di una famiglia.

C’è il prestigio di una Nazione messo in gioco.

Ci sono valori e sentimenti fragili e delicati.

Insomma, è una complessa questione che richiede tatto e compostezza.

E per quanto riguarda il tatto, Lui è il primo a dare a noi tutti il buon esempio…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose di giornata, cronache dall'Andazzo. Contrassegna il permalink.

5 risposte a Tatto

  1. Vita ha detto:

    Appunto…

  2. Ausilia ha detto:

    Fantasticoooo! Che ridere!

  3. augusta ha detto:

    A questo punto mi aiuti a capire perché i vescovi italiani se ne siano interessati con tale totale dedizione da non trovare il tempo per difendere i neonati figli di immigrati irregolari dal rischio di … non esistere per mancata registrazione anagrafica.
    Qualcuno mi dice che c’é il rischio che i bimbi sans papier vengano sottratti alla madre che -sans papier pure lei- non li potrò riconoscere.
    Forse queste mamme soffriranno: ma anche i dolori hanno
    un loro ordine di precedenza.
    Tatto, ragazzi, tatto.
    Ah i valori! che risorsa!

  4. annalisa ha detto:

    :-p
    PRRRR!!!!!

  5. Bianca 2007 ha detto:

    …E COSI’ SIA…
    Bianca 2007

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...