Un nuovo sentimento

Vecchio. Solo. Sfruttato. Deriso. Ridotto a maschera grottesca. Circondato da gente che non lo ama ma lo corteggia senza tregua per spillargli denaro e potere. Terrorizzato dalla vecchiezza e dalla morte. Con tutto l’oro del Mondo ma senza la possibilità di comprare la sola cosa che forse desidera realmente, cioè la giovinezza, con il suo strascico di speranze, azzardi, progetti e sogni. Incapace di capire che aveva ragione Oscar Wilde, quando scriveva che “l’amore non si compra e non si vende, ma lo si può solo donare”.

Dopo quasi ventanni di fiero, saldo, indiscutibile e quotidiano antiberlusconismo, è così grave se ammetto che oltre ai soliti sentimenti (disprezzo, astio, antipatia, epidermico fastidio) ne sta sorgendo uno nuovo? perché oggi, verso questo ultrasettantenne incapace di fare i conti con la vita e con l’Eterno tutto è sullo sfondo e inizio a sentire un umano, forse sbagliato ma sincero senso di pietà.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cose di giornata e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Un nuovo sentimento

  1. nodders ha detto:

    “30 Ottobre 1501 – Balletto delle Castagne – un banchetto tenuto da Cesare Borgia nel Palazzo dei Papi, dove una cinquantina di prostitute o cortigiane sono presenti per l’intrattenimento degli ospiti”

    Certo che in Italia non cambia mai nulla.

    Fonte: Wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Banquet_of_Chestnuts)

  2. medonzo ha detto:

    Buonasera Marckuck;

    no. Ma aspetta ancora un po.!

  3. I Care ha detto:

    Forse hai ragione tu, caro Marckuck, ma io non posso dimenticare che questo vecchio immondo, affetto da delirio di onnipotenza, ha distrutto il modo di pensare degli italiani che si sono convinti che la morale sia un impiccio da cui liberarsi, magari con fastidio. Certo gli italiani aspettavo “un uomo della provvidenza” come lui che li convincesse che è lecito ogni cosa illecita come la Semiramide dantesca, “che libito fé lecito in sua legge”. No, io ancora questo nobilissimo sentimento di pietas per la sua vecchiezza non riesco a provarlo!

  4. nat ha detto:

    “…inizio a sentire un umano, forse sbagliato ma sincero senso di pietà.”
    Ma poi ti ripigli, vero?

  5. andrea villa ha detto:

    Provo pietà per le persone a cui la vita ha fatto pagare un prezzo troppo alto, non certo per chi ha giocato in continuazione, sfruttando posizioni favorevoli per soddisfare esclusivamente i propri interessi. B. è così sciocco che mai capirà di avere toccato il fondo, forse in quel momento cercherà un nuova voragine dove sprofondare.

  6. alexsandra ha detto:

    Per chi come lui sta toccando il fondo e non se ne sta rendendo conto è giusto provare commiserazione, ma non certo indulgenza, non se la merita e come lui tanti uomini che non sanno invecchiare con dignità mettendo alla berlina se stessi e i loro cari.

  7. marckuck ha detto:

    @ Alexandra, sigh… quanto è vero!
    @ tutti gli altri… stanno ritornando in voga i vecchi sentimenti, in particolare la nausea

  8. Emanuele Negrini ha detto:

    E stava delle ore seduto sul corbello, col mento nelle mani, a guardare le sue vigne che gli verdeggiavano sotto gli occhi, e i campi che ondeggiavano di spighe come un mare, e gli oliveti che velavano la montagna come una nebbia, e se un ragazzo seminudo gli passava dinanzi, curvo sotto il peso come un asino stanco, gli lanciava il suo bastone fra le gambe, per invidia, e borbottava: – Guardate chi ha i giorni lunghi! costui che non ha niente! –
    Sicché quando gli dissero che era tempo di lasciare la sua roba, per pensare all’anima, uscì nel cortile come un pazzo, barcollando, e andava ammazzando a colpi di bastone le sue anitre e i suoi tacchini, e strillava: – Roba mia, vientene con me! –

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...