Archivio dell'autore: marckuck

Lungo la scala

– Quelle persone, tutti quei milioni di persone… non avrei mai immaginato che saremmo arrivati a tanto, dovete credermi! – Herr Janning, doveva capirlo la prima volta che condannò a morte un uomo sapendolo innocente… (Vincitori e Vinti – dialogo … Continua a leggere

Pubblicato in Cinema, Cose di giornata, Popoli e politiche | Lascia un commento

Il Divo, visto da vicino

Quando Giulio Andreotti morì fui colto di sorpresa, come per la scomparsa di un giovane con tutta la vita davanti. Eppure, aveva 94 anni, avrei dovuto sapere che un giorno sarebbe accaduto. Eppure, la notizia mi meravigliò, come se il … Continua a leggere

Pubblicato in Cose di giornata, Popoli e politiche, Saccenterie e trombonerie | Lascia un commento

Cercando l’apriscatole…

Non ho mai avuto una grande sintonia con l’Economia. Probabilmente perché – per citare un mio vecchio professore – non ne ho mai capito niente, ma forse anche perché la mia mente piatta e ordinata mal si adatta a quella nebulosa … Continua a leggere

Pubblicato in Brontolamenti, borbottamenti e invettive, Saccenterie e trombonerie | Lascia un commento

I Volenterosi Carnefici di Salvini

Oggi in Italia si parla di Codroipo e ne avremmo fatto volentieri a meno. In Consiglio Comunale dovevano votare il nuovo regolamento dell’asilo nido e hanno respinto un testo volto a favorire l’acquisto di giocattoli e strumenti musicali rappresentativi delle … Continua a leggere

Pubblicato in Brontolamenti, borbottamenti e invettive, Cose di giornata, Popoli e politiche | 3 commenti

La Sinistra, la società e noi…

Viviamo in tempi terribili. C’è un rigurgito fascista evidentissimo, un governo per metà di improvvisati saltimbanchi e per metà di estremisti xenofobi. E verso tutto questo non esiste una opposizione vera in Parlamento. Ma esiste un’opposizione nel Paese, sempre più … Continua a leggere

Pubblicato in I giorni delle scelte | Lascia un commento

Il clown feroce e il suo pubblico

«L’Adriatico di tutti i mari è sempre stato il più fascista!» 25 anni senza Federico Fellini. Nessuno meglio di lui è riuscito a rendere in pochi minuti la patetica coglioneria, l’intrinseca comicità del Fascismo, a un tempo brutale e buffonesco, … Continua a leggere

Pubblicato in "Premio Notaras", Brontolamenti, borbottamenti e invettive, Popoli e politiche, Saccenterie e trombonerie | Lascia un commento

Una panchina nell’Hampshire

Ieri notte mi sono messo a rileggere “Persuasione” di Jane Austen. Non è il mio romanzo preferito, ma avevo voglia di svagarmi con lo snobismo ebete e smaccato fino al delirio di Sir Walter, baronetto, il quale “era uomo che, … Continua a leggere

Pubblicato in Brontolamenti, borbottamenti e invettive, Cose di giornata | 2 commenti