Archivi tag: Storia

Ucronia belga

Perché siamo quello che siamo? Cos’è che struttura i nostri valori, i nostri gusti, le nostre speranze o i nostri pregiudizi? Forse lo stato di salute, o le condizioni socio-economiche o magari l’educazione ricevuta e il contesto familiare. Oppure le … Continua a leggere

Pubblicato in Cose di giornata, Saccenterie e trombonerie | Contrassegnato , , , , , | 1 commento

La primavera delle illusioni perdute

Nelle ultime settimane ho approfondito il tema dei Cento Giorni, grazie a due testi diversi ma per certi versi complementari: “500 giorni. Napoleone dall’Elba a Sant’Elena” di Luigi Mascilli Migliorini [Laterza, 2016] e “I Cento Giorni. O lo spirito di … Continua a leggere

Pubblicato in Arte e cultura, Saccenterie e trombonerie | Contrassegnato , , , | 1 commento

L’insondabile rebus dell’Impero

Leggevo che nel 193 – dopo la morte di Pertinace, vittima di un golpe pretoriano – scoppiò una guerra civile tra i tre più potenti generali di allora: Clodio Albino, Pescennio Nigro e Settimio Severo. Il primo comandava le legioni … Continua a leggere

Pubblicato in Saccenterie e trombonerie | Contrassegnato , , | 2 commenti

Una firma. E il mondo si risvegliò diverso

Il 15 giugno 1215 sul prato di Runnymede, presso le sponde del Tamigi e nel cuore del Surrey, re Giovanni I d’Inghilterra firmò la Magna Charta Libertatum. La firma non fu una iniziativa del sovrano ma, all’opposto, fu conseguenza di uno scontro tra … Continua a leggere

Pubblicato in Cose di giornata, Hall of Fame, Leggi e diritto, Saccenterie e trombonerie | Contrassegnato , , , , , | 4 commenti

Il Trono di Sfighe

Achtung, Spoiler! Lo ammetto, non avevo mai visto neppure per un minuto “il Trono di Spade”, megafiction americana di genere fantasy basata sul ciclo di romanzi “Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”, scritti da un certo George R.R. Martin. L’avevo … Continua a leggere

Pubblicato in Sbacellando e menarrostando, Telebidoni e altre nefandezze catodiche | Contrassegnato , , , , | 6 commenti

Lo sbarco. E quel che ne seguì…

Era il tardo pomeriggio del 1° marzo, esattamente come oggi, ma 200 anni fa. Al largo di Antibes, oggi perla della Costa Azzurra, luogo meraviglioso di turismo da ricchi, dove Francis Scott Fitzgerald ambientò “Tenera è la notte” approdarono una piccola nave … Continua a leggere

Pubblicato in Cinema, Cose di giornata, I giorni delle scelte, Saccenterie e trombonerie | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Il Muro crollato e i muri rimasti

Tra le molte e bizzarre esperienze della mia vita, quella del servizio militare è forse la meno presente nei miei racconti e nei miei pensieri. 12 mesi senza infamia e senza lode con il fez sulla testa e il foulard … Continua a leggere

Pubblicato in borbottamenti e invettive, Cose di giornata, Popoli e politiche | Contrassegnato , , , , , , | Lascia un commento